Come lo stress influisce sulla nevralgia del trigemino: sintomi, cause e soluzioni

In questo articolo, parleremo della nevralgia del trigemino e della sua connessione con lo stress.

Può lo stress scatenare una condizione così debilitante caratterizzata da dolori intensi, perdita di sensibilità del viso e della testa?

Ma soprattutto, quali sono le opzioni e i trattamenti disponibili per la cura e/o la gestione di questa fastidiosa problematica?

In questo articolo, ti fornirò molte informazioni per affrontare questo problema in modo da risolverlo alla radice, senza la necessità di interventi chirurgici o terapie manuali.

Prima di procedere, permettimi di presentarmi: sono Alessio Veneziano, fisioterapista, mind-body coach e fondatore di questo portale “Veneziano Therapy”.

Il mio lavoro e missione è insegnare tecniche ed esercizi pratici per il riequilibrio del sistema nervoso in modo da gestire e curare i dolori cronici nociplastici direttamente alla radice.

Per maggiori informazioni su come posso aiutarti, clicca qui.

Alessio Therapy 62 e1685439789874

Ora che ci conosciamo, andiamo all’articolo.

Se ti è stata diagnosticata la nevralgia del trigemino, ne soffri da più di 4 mesi e nessuna terapia sembra dare effetto a lungo termine , allora esistono buone probabilità che la causa sia di natura nocicplastica e non strutturale. In altre parole, i tuoi nervi sono perfettamente funzionanti, ma è il tuo sistema nervoso che è “sopra-giri”.

Se non ti è chiaro, non preoccuparti. Lasciami spiegare meglio nelle prossime righe.

Quindi, rilassati e prenditi il tempo necessario per leggere queste informazioni, poiché non sono facilmente reperibili in altri siti web.

UN LIBRO CHE TI CAMBIERA’ LA VITA 

BOOK COVER IL POTERE DELLA CONSAPEVOLEZZA

SCARICALO GRATIS QUI 

Iniziamo dalle basi

Nervo trigemino: dove passa e come è fatto

Il nervo trigemino è come un messaggero speciale nel nostro corpo che porta sensazioni dal nostro viso al nostro cervello.

Questa “strada” ha tre parti principali:

  • una che va alla parte superiore del viso
  • una al centro
  • una alla parte inferiore.

La parte che va alla parte superiore del viso manda segnali al nostro cervello dalla fronte, dagli occhi e dalla parte sopra il naso.

La parte che va al centro del viso manda segnali dal naso, dalle guance e dai denti superiori.

Infine, la parte che va alla parte inferiore del viso porta segnali dalla mascella, dal mento, dai denti inferiori e dai muscoli che usiamo per masticare.

Questo nervo inizia nel nostro cervello, passa attraverso dei piccoli buchi nella nostra testa e arriva al viso.

Ecco in basso un’illustrazione di questa triade.

nervo trigemino
Nervo trigemino

Nevralgia del trigemino : Cause Principali

Le principali cause biologiche o fisiche di questa problematica sono le seguenti:

  • Compressione del nervo trigemino da parte di strutture muscolo-tendinee adiacenti.
  • Lesioni o disfunzioni del nervo trigemino, che possono derivare da traumi, incidenti o operazioni chirurgiche che hanno coinvolto il nervo.

Devi sapere che il dolore NON ha solamente fattori biologici ma anche PSICOLOGICI E SOCIALI.

E’ dal 1973 che la IASP, International Association for the Study of Pain, ha definito il dolore come un’esperienza composta da dimensioni sensoriali ed emotive.

Pertanto il modello bio-psico-sociale è quello che predomina nella gestione del dolore sia acuto che cronico, eppure in certi casi prevale esclusivamente un approccio biomedico che ostacola il trattamento e la comprensione di questa condizione umana.

Ok fermiamoci un attimo adesso e facciamo mente locale.

Ti sono state riscontrare cause biologiche come :

  • compressione del nervo trigemino ?
  • lesioni o disfunzioni del nervo ?

Se ciò non è chiaro via strumentazioni diagnostiche come risonanze magnetiche, TAC, ecografie … siamo già a buon punto : perchè abbiamo escluso quel 5-10% dove appunto la problematica è principalmente biologica.

Se invece ti trovi nel restante 95-90% dove non si trovano apparenti disfunzioni o lesioni al trigemino è molto probabile che la colpa del dolore è all’interno del tuo sistema nervoso centrale.

E chi fa “innalzare i giri” del tuo sistema nervoso ?

La tua reazione allo stress, ai traumi psicologici o fisici del passato, l’ansia cronica…

Lo stress cronico attiva una cascata di ormoni (adrenalina , insulina, cortisolo) che sensibilizza i tessuti nervosi, muscolari, tendinei aumentando la pressione sanguigna.

La nevralgia del trigemino può essere considerata una forma di Sindrome da Tensione MioNeurale (TMS). Questo termine generico comprende diverse patologie croniche, come il dolore cronico cervicale, l’emicrania cronica, la sindrome dell’intestino irritabile, la fibromialgia e il dolore cronico alla schiena.

Questi sintomi non hanno origine da una malformazione/struttura fisica del corpo, ma piuttosto dal sistema nervoso centrale, ovvero il cervello.

In Italia, questa sindrome è comunemente definita come dolore cronico nociplastico e l’approccio più efficace per risolvere questa condizione è quello olistico. Quindi mirare non solo al corpo ma anche al cervello.  Nel corso dell’articolo, ti spiegherò come funziona questo approccio e come può aiutarti a risolvere questa situazione.

Nevralgia del trigemino : Sintomi 

Questi sono i sintomi principali che le persone affette da nevralgia del trigemino possono sperimentare :

  • Dolore lancinante o bruciore nella regione del viso e della mascella.
  • Dolore nella zona cervicale (collo).
  • Emicrania/Cefalea

Nevralgia del trigemino e Stress: Intensificazione dei Sintomi 

furious 2514031 1920 1 e1685877807452

Esiste una connessione tra lo stress e l’intensificazione dei sintomi nella nevralgia del trigemino. Quando parliamo di stress, è importante considerare le emozioni e i pensieri che possono contribuirlo.

Ma che cos’è lo stress dal punto di vista fisiologico?

Lo stress è l’energia accumulata a causa di emozioni che ci mettono sotto pressione e che non sappiamo gestire.

Nelle sindromi da tensione mio-neurale (TMS), l’emozione (in particolare quella repressa) gioca un ruolo particolare nello scatenare i sintomi del sistema nervoso centrale.

Le emozioni represse possono essere suddivise in diverse sottocategorie, come :  la paura, l’ansia, la preoccupazione, la rabbia, il senso di colpa e la vergogna.

Non è un caso che la nevralgia del trigemino, così come altre sindromi nervose di tensione, si intensifichino durante periodi di stress.

Nella maggior parte dei casi, le nevralgie (in generale) sono causate da una combinazione di tre fattori:

  • fattori biologici (come l’infiammazione)
  • fattori psicologici (come lo stress emotivo represso)
  • fattori sociali (come problemi familiari o lavorativi)

Purtroppo, i fattori biologici fisici vengono spesso enfatizzati più dei fattori psicologici e sociali, portando a diagnosi errate ( o per lo meno non complete).

Questo accade anche per chi soffre di mal di schiena o cervicalgia. Spesso, l’approccio medico classico consiste nell’eseguire una risonanza magnetica per valutare se i sintomi sono causati da problemi ai dischi spinali. Tuttavia, nella maggior parte dei casi vengono riscontrate degenerazioni normali legate all’invecchiamento e all’usura, senza considerare adeguatamente i fattori psicologici e sociali del paziente.

Studi recenti nel campo delle neuroscienze a partire dal 2022 hanno dimostrato che queste problematiche croniche possono manifestarsi con sintomi intensi anche in assenza di difetti strutturali nel corpo. Attraverso nuove tecniche di risonanza funzionale del cervello (fMRI), è possibile osservare come i pazienti affetti da dolori cronici presentino diverse attivazioni delle aree del dolore nel cervello rispetto alla popolazione asintomatica.

Eccoci arrivati al punto che probabilmente aspettavi da diversi minuti.

L’approccio terapeutico che uso in Veneziano Therapy che ho appreso dopo anni di studi ed esperienza è il seguente :

STEP 1 : Escludere Patologie Strutturali (Diagnosi)

Un passo cruciale è quello di escludere che i tuoi sintomi siano dati da disfunzioni del tuo sistema nervoso. Questo avviene dopo un’accurata lettura dei tuoi sintomi, della tua storia medica, psicologica e sociale.

Dubito che sei arrivato/a alla lettura di questo articolo senza aver già consultato il tuo medico. Ad goni modo se non l’hai ancora fatto di invito a farlo il prima possibile così da escludere patologie strutturali e/o gravi come infezioni, malattie autoimmuni, lesioni o infezioni.

STEP 2 : Capire se i tuo sintomi sono di natura nociplastica 

Se nel primo step non sono state riscontrare particolari problematiche strutturali ai tuoi nervi, allora bisogna capire se il tuo dolore/sintomo rientra nella natura nociplastica (come è probabile che sia a questo punto).

Esegui questo test (link di seguito) per avere un idea se ti trovi in questa condizione : https://form.jotform.com/231274331586052

Se hai bisogno di una valutazione dei tuoi sintomi puoi prenotarne una direttamente con me qui 

STEP 3 : Terapia Cognitiva ed Educativa 

Il primo step di questo approccio si basa sull’educazione.

In questo step va spiegato come il dolore o sintomo può essere prodotto da un sistema nervoso ipersensibile. Capire dal punto di visto fisiologico come viene creato il dolore ti darà una grande tranquillità che la tua problematica non è grave e non è deritava da danneggiamenti.

STEP 4 – Regola il sistema nervoso (Tecniche Pratiche)

Questo è il passaggio centrale che riguarda gli esercizi e le tecniche per regolare il sistema nervoso. Il sistema nervoso centrale (il cervello) è responsabile della generazione del dolore, quindi se vogliamo curare i sintomi alla radice, dobbiamo “calmarlo” o in altre parole “farlo sentire al sicuro”.

Non sono necessarie terapie fisiche o manipolazioni per farlo, ne tanto meno interventi chirurgici.

Ecco alcune tecniche che uso nel mio metodo NeuroBalance

  • Respirazione: Nel mio metodo, insegno tecniche di respirazione come il 4-7-8 o il Box Breathing.
  • Tracciamento Somatico/Mindfullness: Un’altra tecnica è il tracciamento somatico, che è una forma di mindfulness mirata all’accettazione dei sintomi. I sintomi devono essere percepiti come non dannosi per il cervello, e questa potente tecnica aiuta a raggiungere tale obiettivo.
  • Movimento Fisico Graduale: Capisco che all’inizio potresti sentirne timore, ma è importante riprendere gradualmente le attività fisiche per fornire al sistema nervoso un segnale che è ora di “riallinearsi” con il corpo. All’inizio, i sintomi potrebbero peggiorare, ma è normale. L’adattamento è progressivo e poiché hai completato lo step “Impara”, sarai in grado di gestirli molto meglio e soprattutto non ti faranno più paura. In questo step ricorda : DOLORE non è sinonimo di DANNEGGIAMENTO. 

 

  • Esercizi di regolazione del nervo vago: Il nervo vago è un importante nervo responsabile del rilassamento e della regolazione di vari meccanismi interni del nostro corpo. Esistono esercizi specifici che puoi iniziare a praticare fin da subito per prendere il controllo di questo importante nervo. Un esempio è questo qui di seguito.

 

  • Tapping EFT (Tecnica di Libertà Emotiva) : Il tapping dei meridiani fa parte di un approccio terapeutico chiamato Emotional Freedom Techniques (EFT) o Tecniche di Liberazione Emotiva. Questa tecnica si basa sull’uso di affermazioni verbali e leggeri picchiettamenti(tapping) su specifici punti dei meridiani energetici del corpo.

Funziona in modo simile all’agopuntura, infatti arriva dalla stessa scuola, ma senza l’utilizzo di aghi. I meridiani sono linee energetiche scoperte da antiche tradizioni di medicina cinese e giapponese. Il tapping dei meridiani aiuta a ripristinare l’equilibrio energetico del corpo, alleviando i sintomi fisici e migliorando il benessere emotivo.

Puoi utilizzare il tapping dei meridiani come forma di auto-trattamento, concentrandoti sul dolore e sull’area del corpo interessata facendo il tapping su una serie di punti dei meridiani. I punti dei meridiani solitamente coinvolti nel tapping sono illustrati nell’immagine sotto:EFT tapping dei meridianiEcco un video guida dimostrativo per l’esercizio di Tapping EFT

STEP 5 – Espressione delle emozioni represse

Questo passaggio non è necessariamente l’ultimo, poiché i tre passaggi sono in realtà un ciclo continuo di pratiche e un processo di apprendimento e conoscenza del tuo corpo e della tua mente. L’espressione delle emozioni è importante per svuotare il nostro serbatoio interno.

La scrittura espressiva, ad esempio, è un ottimo metodo utilizzato in psicoterapia. Quando parliamo di gestione dello stress, non dobbiamo pensare solo che il problema sia nella nostra mente, ma anche nel nostro corpo.

Le tensioni che avvertiamo sono alimentate dalle emozioni represse nel corpo per troppo tempo. Ora, con coraggio e autocompassione, è giunto il momento di accettarle e processarle per così come sono.

penna su carta

Se hai bisogno di una guida per questo step ti consiglio di scaricare il mio e-book “Scrivere per Guarire” qui

Altri Trattamenti per la Nevralgia del trigemino

La terapia mind-body con i 5 passaggi descritti in precedenza offre un promettente risultato.  Tuttavia, esistono anche altre terapie più convenzionali che possono alleviare i sintomi (anche se a mio parere non affrontano direttamente la radice del problema ma potrebbero dare un sollievo nel breve termine).

Gli approcci convenzionali, principalmente mirati ai fattori biologici/fisici, si dividono in due tipi:

  • Terapia fisioterapica: Spesso si utilizzano terapie strumentali come la tecar terapia per aumentare l’afflusso di ossigeno nella zona dolorante, al fine di ridurre le contrazioni muscolari e il dolore.
  • Terapia ortopedica (Bite dentale): Questo trattamento può essere somministrato da un dentista o un odontotecnico nei casi in cui il paziente soffra di bruxismo, una condizione in cui una persona digrigna o stringe i denti in modo involontario, spesso durante il sonno o in situazioni di stress.

È importante sottolineare che queste terapie convenzionali possono offrire un certo grado di sollievo dai sintomi, ma potrebbero non affrontare direttamente le cause sottostanti della nevralgia del trigemino. Pertanto, combinare queste terapie con un approccio mind-body che si concentri sullo stress emotivo, la regolazione del sistema nervoso e l’espressione delle emozioni represse potrebbe essere benefico per affrontare la radice del problema in modo più completo.

Prevenzione della nevralgia del trigemino e dello stress

Imparare a gestire le emozioni è fondamentale per prevenire problematiche croniche come la nevralgia del trigemino. Comprendere le cause e le tecniche adeguate può avere un impatto significativo nel prevenire ricadute a lungo termine.

Oltre alla gestione delle emozioni, lo stile di vita e l’alimentazione svolgono un ruolo importante nel supportare questo processo di prevenzione. Ecco alcune pratiche che ti raccomando:

  • Qualità del sonno: Assicurati di dormire adeguatamente per 7-8 ore ogni giorno. Il sonno di buona qualità favorisce il ripristino del corpo e del sistema nervoso.
  • Movimento fisico: Dedica almeno 30 minuti ogni giorno all’attività fisica. L’esercizio regolare può contribuire a ridurre lo stress, migliorare la circolazione e promuovere il benessere generale.
  • Alimentazione equilibrata: Scegliere un’alimentazione sana ed equilibrata, evitando l’eccesso di zuccheri e glutine. Una dieta ben bilanciata può favorire la salute generale, fornire nutrienti essenziali e ridurre l’infiammazione nel corpo.

Conclusioni e domande frequenti :

Ok, ti ho fornito molte informazioni in questo articolo che ti aiuteranno a trovare la strategia adeguata per migliorare il tuo benessere. Vediamo ora i punti salienti per trarre una conclusione:

  • La nevralgia del trigemino è causata da fattori 3 FATTORI : biologici, psicologici e sociali.
  • Il sistema nervoso centrale è responsabile della creazione del dolore, mentre il corpo percepisce soltanto i sintomi.
  • La mind-body therapy è la terapia più efficace e che raccomando per i dolori cronici (sopra i 3 mesi).
  • La prevenzione della nevralgia del trigemino si basa su uno stile di vita sano.

Domande frequenti

  • Come posso rilassare il nervo trigemino? Per rilassare il nervo trigemino, ti consiglio di seguire lo step 2 della terapia mind-body, che include tecniche come la respirazione/il tracciamento somatico/tapping .
  • Quanto tempo dura l’infiammazione del nervo trigemino? Di solito, l’infiammazione del nervo trigemino non persiste per più di 14 giorni. Nei casi cronici, potrebbero esserci microinfiammazioni dovute a un sistema nervoso ipersensibile, ma queste non sono la causa di danni nella zona dolorante.
  • Dove si avverte il dolore della nevralgia del trigemino? La nevralgia del trigemino può causare dolore nel viso, nella testa, nel collo, nelle spalle, nelle orecchie e negli occhi.
  • Come posso capire se ho un’infiammazione al nervo trigemino? La diagnosi di un’infiammazione al nervo trigemino viene solitamente effettuata da un medico o un terapista specializzato nel trattamento delle nevralgie.
  • Chi può curare un’infiammazione al nervo trigemino? Se sospetti di avere la nevralgia del trigemino, è consigliabile consultare un medico specialista per escludere eventuali patologie gravi. Inizialmente, puoi rivolgerti al tuo medico di famiglia o al medico di base, che valuterà i tuoi sintomi e ti indirizzerà verso un professionista specializzato. Nel caso della nevralgia del trigemino, un neurologo è solitamente il medico specialista più indicato per una diagnosi accurata e un piano di trattamento adeguato.

Spero che queste informazioni ti siano state utili e ti auguro il meglio nel tuo percorso verso il benessere.

P.S :

Ti invito a dare un occhiata al mio corso NeuroBalance per la gestione di sintomi persistenti come la nervralgia del trigemino e non solo

locandina

VAI ALLA PAGINA DI ISCRIZIONE QUI

Buona pratica e ti auguro una presta guarigione.

Seguimi anche sul mio canale Youtube QUI dove potrai vedere numere testimonianze di chi ha già provato questo approccio.

Alessio Veneziano

Fisioterapista & Mind-Body Coach

Fondatore di Veneziano Therapy

 

80 / 100

Cosa hai imparato da questo post? Quali domande hai ancora? Pubblica i tuoi commenti qui sotto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Alessio Veneziano

fisioterapista & Mind-body coach

Regola il sistema nervoso con il metodo NeuroBalance e dì addio ai sintomi per sempre

Alessio Veneziano

I miei ultimi articoli
Sponsor

Herbal Cacao

Ceremonial Drinking Cacao 100%
premium
Scarica i miei PDF Gratis
Torna in alto
IN ESCLUSIVA per l'uscita di neurobalance

Masterclass

Liberati dal dolore cronico - E-book

Liberati dal Dolore Per Sempre

E.book Gratis

Lascia i tuoi dati qui sotto e ricevi l-ebook direttamente nella tua casella di posta
0